PREMIO NAZIONALE “PINO FANTINI”


Il fotografo

Pino Fantini, classe 1945, si dedica alla fotografia dall’inizio degli anni settanta. Appassionato bianconerista si dedica in prevalenza a raccontare il territorio: le fabbriche, la gente, gli avvenimenti, senza dimenticare immagini di denuncia come nel caso di “Lambro, morte di un fiume”.
Fotografo sagace e curioso riesce a mettere in risalto le varie sfaccettature che compongono la realtà. La FIAF gli ha conferito le onorificenze di BFI prima e AFI poi, in virtù delle sue indubbie qualità fotografiche. Le sue fotografie sono custodite all’interno della Civica Fototeca città di Sesto San Giovanni “Tranquillo Casiraghi”

Il premio

Il Premio nasce per ricordare la figura di Pino Fantini, fotografo sestese prematuramente scomparso nel gennaio del 2004. La designazione dell’autore a cui viene assegnato il Premio, è affidata a una commissione che ne valuta sostanzialmente la capacità comunicativa, la coerenza stilistica e la continuità nella produzione fotografica.
In concreto il Premio consiste in una stampa su ceramica di una fotografia di Pino, diversa per ogni edizione, che rappresenta in modo inequivocabile la sua visione della fotografia.
La mostra dell’autore premiato viene allestita nei locali della Civica Fototeca, all’interno della prestigiosa Villa Visconti d’Aragona, e viene accompagnata da un catalogo.

Albo d’oro

2004 – Aurelio Spinelli
2005 – Tranquillo Casiraghi
2006 – Virgilio Carnisio
2007 – Cesare Colombo
2008 – Luigi Erba
2009 – Ernesto Fantozzi
2010 – Raoul Iacometti
2011 – Silvano Monchi
2012 – Letizia Battaglia
2013 – Luigi Vegini
2014 – Sara Munari
2015 – Francesco Cito
2016 – Erminio Annunzi
2017 – Bruno Madeddu
2018 – Joe Oppedisano
2019 – Graziano Perotti